venerdì, 5 luglio 2019

Apple pronta a scendere in campo nel mondo dei pagamenti mobili

Altri rumors arrivano dal Wall Street Journal, che dopo averci detto la sua per quanto attiene il nuovo iPhone 6, ora fornisce un altra importante notizia che indica che Apple si sta preparando a scendere in campo nel settore dei pagamenti mobili. Second le fonti, Eddy Cue avrebbe iniziato una serie di incontri con alcune aziende del settore, ed al centro dei colloqui vi erano i piani di Apple di utilizzare i propri dispositivi iOS per gestire i pagamenti.

passbook-Apple

Apple parte col vantaggio di avere una banca dati di milioni di utenti e relative carte di credito, rappresentata dagli account di iTunes che i possessori di iPhone, iPad ed iPod Touch utilizzano per acquistare contenuti sullo store. Lo scoop provine dai giornalisti Douglas Macmillan e Daisuke Wakabayashi, ecco le loro parole a riguardo:

Eddy Cue ha incontrato i dirigenti del settore per discutere dell’interesse di Apple nella gestione dei pagamenti per beni fisici e servizi sui propri dispositivi. Un altro indizio che mostra tale volontà da parte di Apple è lo spostamento di Jennifer Bailey, un dirigente che ora ricopre un nuovo ruolo per costruire un business legato ai sistemi di pagamento all’interno del gigante della tecnologia. Apple ha parlato con almeno 5 dirigenti noti nel settore dei pagamenti mobili prima di spostare la signora Bailey. “

Apple ha sicuramente le risorse, e un sacco di parti necessarie già adesso, per lanciare un servizio di pagamento mobile, ricordiamo infatti che negli Apple Store i dipendenti utilizzano già sistemi di pagamento legati all’iPhone, e poi c’è il nuovo iBeacon e non dimentichiamo l’applicazione Passbook disponibile ormai da tempo su iOS. Sembra che Apple debba solo collegare tutto questo, e poi può essere pronta per sbarcare in questo nuovo settore.

About Andrea Zanoli

Amministratore e blogger su Meladevice, appassionato ormai da6 anni del mondo Apple ed anche del mondo mobile in generale. Sport e videogiochi sono le altre mie grosse passioni