venerdì, 5 luglio 2019

Il 90% dei soldi spesi per applicazioni mobili deriva da App Store

In attesa di vedere i primi dati sulle vendite del nuovo tablet di Amazon, il Kindle Fire, accreditato di buoni consensi fra gli utenti, è ancora l’iPad di Apple a dominare il mercato delle vendite delle tavolette portatili.

App Store

Oltre a questo il dispositivo di Apple risulta un terreno fertile per chi vuole tentare di guadagnare qualche soldo sviluppando delle applicazioni per sistema operativo iOS. Una ricerca eseguita da Gene Munster di Piper Jaffray afferma in una nota di ricerca che l’iPad di Apple rappresenta ancora tra l’85% e il 90% del denaro speso per le applicazioni per dispositivi mobili.


La notizia arriva proprio nel momento che Android si sta evolvendo in una nuova era grazie al rilascio del nuovo sistema operativo Ice Cream Sandwich, la liberazione che spera Google combinerà il tablet ed il software per gli smartphone in modo simile  a quello che avviene su iPad ed iPhone. Munster sostiene che Android potrebbe essere ancora affetto da una vecchia questione: gli utenti Android non sembrano acquistare apps tanto quanto fanno gli utenti iOS. Munster continua a dire che crede circa l’1,3% delle applicazioni Android scaricate sono paid for variety, mentre un sistema più grande quale App Store ha una percentuale del 14% dello Store per l’iPad e iPhone.

Questi dati ovviamente vanno valutati ancora con maggior rimarcatezza per la parte Apple, in quanto nello Store dell’azienda di Cupetino vi sono decine e decine di modelli con sistema operativo Android e che quindi sono potenziali acquirenti dell’Android Market  relative applicazioni, mentre Apple può contare su un numero di dispositivi niente male.

[Via iDownloadblog]

About Andrea Zanoli

Amministratore e blogger su Meladevice, appassionato ormai da6 anni del mondo Apple ed anche del mondo mobile in generale. Sport e videogiochi sono le altre mie grosse passioni